mercoledì 10 maggio 2017

LIFESTYLE: Veranda time!

Da quando abitiamo nella nuova casa uno dei motivi per cui non vedo fortemente l'ora che arrivi la primavera col bel tempo e le sue temperature miti, è quello di poter sfruttare la nostra bella veranda!


Uno spazio che dalla cucina si affaccia sul verde del giardino e che permette di godersi un pò l'aria aperta in totale relax, magari sotto un fresco pergolato o una tettoia, un posto dove poter pranzare in primavera e cenare in estate da soli o con gli amici, ma anche dove potersi rilassare, magari ascoltando un pò di musica a basso volume o semplicemente il cinguettìo degli uccellini.


Le idee per arredare questo spazio sono infinite e davvero non è necessario spendere una fortuna. Tutto dipende da che stile vogliamo dare al nostro ambiente semi-aperto: country all'inglese con colori chiari e tonalità del bianco e del beige, industrial all'americana con i toni del legno grezzo e dell'alluminio, oppure romantico con tante lucine e fiori colorati o ancora moderno.


Non importa avere un grande spazio, anche una semplice piccola terrazza può essere arredata: basta un piccolo tavolinetto per due e qualche lanterna ed il gioco è fatto, avrete un ambiente esterno dove poter prendere una boccata d'aria, fare colazione al mattino o sorseggiare un drink a lume di candela con la vostra dolce metà alla sera.


Tra le tante idee creative che mi ispirano, ora che stiamo pensando a come arredare la nostra veranda, ci sono i vasetti di vetro recuperati dai legumi. Noi mangiamo spesso ceci, fagioli, lenticchie.. per cui non avrò problemi a recuperare un po' di barattolini per creare dei portacandela o dei vasetti come questi sotto, da appendere ad un legnetto di mare col filo di corda. Basterà inserire qualche fiore rubato in giardino o anche dei rametti di verde e l'effetto decoro-parete è assicurato!


Altra idea (trovata su pinterest, ammettiamolo) è recuperare dei vecchi cucchiai da piegare per creare portalumini, basterà poi fissarli ad una vecchia tavola di legno (chi ha un marito appassionato di bricolage come me non dovrebbe avere problemi!) per avere un'atmosfera super romantica.


Anche le lanterne sono sempre di grande effetto, creano quella luce fioca e romantica che soprattutto in estate non può mancare negli spazi esterni (ma anche interni, io le ho anche negli angolini di casa e nelle scale)


L'ideale sarebbe avere tanto spazio come in quei ranch americanissimi dove poter esporre anche una vecchia sedia a dondolo oppure (in chiave più rivisitata) delle poltroncine altalenanti come queste che piacciono tanto al mio maritino.


Qualche fila di lucine di Natale o di lampadine campagnole di sicuro non possono mancare sulla nostra veranda, io adoro le lucine, tanto da averle ancora appese alla finestra dal Natale scorso (😏)


Infine, idea creativa a prova di bravi mariti che si danno da fare (e questa è una frecciatina gratuita per il mio che ha tutti gli attrezzi del caso e la manualità per poterlo fare): sarebbe bellissimo creare un punto luce, anche in un angolo, con vecchie bottiglie tagliate sul fondo in cui inserire tante lampadine per un risultato come questo proposto sotto.


Insomma, che sia grande o piccolina, moderna o retrò, spero di avervi dato qualche idea utile ad arredare la vostra veranda o terrazza! 
Ora non ci resta che...sperare nel bel tempo!!!

A presto,

Erika

(credits by pinterest)

giovedì 4 maggio 2017

FOOD: Ciambellone alle carote

Erano mesi che avevo voglia di sperimentare il famoso ciambellone...praticamente è da quando siamo venuti ad abitare nella nuova casa -ed abbiamo una cucina da sogno!- che mi diverto a sperimentare dolci, pasticciare, infornare e sfornare, prendere per la gola il mio maritino!


A volte ripeto ricette ben collaudate (per lo più tramandate dalla mia mamma, che sono sempre certezze con esito assicurato!) altre volte mi affido a libri o alle ricette scovate su internet.
Ecco, internet.
Sono rimasta un pò stupita nello scoprire che si dilettano food blogger tante ragazze che secondo me pubblicano foto belle che non appartengono per niente alle relative ricette pubblicate.
Mi spiego meglio...replicando alcune ricette alla lettera è sorprendente scoprire come poi il risultato finale (e mi riferisco a vari piatti in generale, non solo dolci ma anche salati) sia davvero privo di gusto oppure come sia possibile che anche esteticamente abbia un aspetto così discostante dalle foto pubblicate! E' evidente che qualcosa non quadra.


Precisato questo, voglio farvi sapere che non mi reputo una food blogger, non sono una chef (tutt'altro!!) e non sono così brava in cucina, perciò mi divertirò a pubblicare e condividere i miei esperimenti riusciti bene o le ricette collaudate e di sicuro effetto!


Condivido quindi con voi questa ricetta facile facile che a me piace molto, un ciambellone soffice e veloce da preparare, senza burro, dalla consistenza umida e allo stesso tempo leggera, che si mantiene per diversi giorni. Una torta da credenza profumata e morbida che si presta ad essere decorata a vostro piacimento, a me piace molto con una colatura di glassa di zucchero o yogurt, stavolta ho sperimento la versione dark, con la glassa al cioccolato fondente, ho poi aggiunto tante codette di zucchero colorate, per dare allegria!

Eccovi la ricetta:

Ingredienti
- 270 gr. di carote già pelate
- 160 gr. di olio di semi di arachidi
- 3 uova a temperatura ambiente
- 220 gr. di zucchero
- 240 gr. di farina
- 1 bustina di lievito per dolci
- 1 fialetta di aroma di mandorla
(- io aggiungo mandorle tritate q.b.)

Preparazione
Frullare le carote nel mixer aggiungendo a poco a poco l'olio fino ad ottenere una bella crema arancione.
Montare le uova con lo zucchero in una terrina fino a renderle chiare e spumose, aggiungere la crema di carote e continuare a frullare.
Incorporare poi la farina setacciata con il lievito e continuare a mescolare bene. Infine aggiungere l'aroma di mandorla (e se volete fare come me, una manciata di mandorle tritate grossolanamente, per avere qualche bel pezzettino sgranocchiabile qua e là!).
Dopo aver preriscaldato il forno statico a 175°, imburrare e infarinare uno stampo a ciambella da 24 cm e versarvi l'impasto.
Infornare e far cuocere per circa 45 minuti, facendo sempre la prova stecchino prima di togliere dal forno.
Far intiepidire il dolce su una gratella e se vi piace procedere con una decorazione a glassa.


Questo dolce, grazie alla presenza dell'olio, si conserva a lungo anche fuori dal frigo, per almeno una settimana. E' molto profumato e con la presenza delle mandorle e dell'aroma ricorda molto il profumo di amaretto. Se volete fare la glassa che ho messo io (perchè volevo utilizzare un pò del cioccolato avanzato dell'uovo di Pasqua) è molto semplice: vi basterà fondere 140 gr di cioccolato fondente con 80 gr di burro e un cucchiaino di miele, ed il gioco è fatto!


Spero che la ricetta vi sia piaciuta e vi aspetto al prossimo post!
A presto

Erika

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...